Cosp tecno service, Maurizio Tonnetti assolto con formula piena


Cosp tecno service, Maurizio Tonnetti assolto con formula piena
Data: 21 Maggio 2022

Accusato di associazione a delinquere finalizzata alla frode in pubblica fornituranell’ambito della raccolta e la gestione dei rifiuti nel Comune di Viterbo, arrestato sette anni fa assieme ad altri otto, nella giornata di mercoledì 4 maggio, l’ingegnere Maurizio Tonnetti, dirigente della società Cosp tecno service di Terni, assistito dai legali Manlio Morcella e Giovanni Ranalli, è stato assolto con formula piena dal Tribunale di Viterbo che ha emesso la sentenza sull’inchiesta denominata ‘Vento di maestrale’ che ha coinvolto nel 2015 il consorzio Viterbo Ambiente.

Tonnetti La sentenza ha stabilito l’assoluzione piena perché il fatto non sussiste:« La conclusione di questa vicenda, a distanza di circa sette anni dai fatti che venivano contestati, chiude una pagina complessa e dolorosa per Cosp Tecno Service, rendendo giustizia alla correttezza dell’operato di Maurizio Tonnetti – commentano dalla società -. La sentenza rende giustizia anche ai valori di correttezza, trasparenza e rispetto delle regole che hanno sempre contraddistinto il lavoro quotidiano e la governance di Cosp Tecno Service».

In Viterbo ambiente con la veste di vicepresidente, dotato di deleghe nei rapporti con i sindacati, figurava il dirigente Cosp, consorziata, Maurizio Tonnetti «pure illegittimamente attinto per qualche giorno dalla misura cautelare degli arresti domiciliari – commentano i suoi avvocati -.  Gli esiti della certosina istruttoria dibattimentale hanno messo a nudo la fallace interpretazione del piano economico finanziario del Comune di Viterbo, relativo all’anno 2014, impropriamente inteso dalla accusa come documento contabile consuntivo, e non preventivo; ed hanno in parallelo dimostrato la assoluta inconsistenza dell’intera contestazione. Senza possibilità di equivoci. Il Pm nella udienza di conclusioni aveva chiesto la assoluzione rispetto alla inconfigurabile associazione per delinquere, ed il proscioglimento rispetto ai residui reati, per prescrizione. La sentenza contribuisce solo in parte a scrivere a tempistica differita, e finalmente secondo obiettività, una vicenda che aveva gettato ingiustificato discredito su Tonnetti e sulla sua società di appartenenza: l’uno e l’altra da anni sul mercato, in termini di indiscussa professionalità, onestà e trasparenza». Soddisfatto il collegio difensivo. Per Morcella «si è avuto l’epilogo obbligato del caso. Tanto che perciò mi ero opposto alla assoluzione per prescrizione. La giustizia è lenta, ma quasi sempre arriva per come deve arrivare. Dispiace solo che a questo scontatissimo verdetto si sia pervenuti a distanza di troppo tempo».

Fonte: https://www.umbria24.it/cronaca/cosp-tecno-service-maurizio-tonnetti-assolto-con-formula-piena