Maternità surrogata, la Lega vuole la stretta: “Cinque anni di carcere”


Maternità surrogata, la Lega vuole la stretta: “Cinque anni di carcere”
Data: 7 Febbraio 2022

Roma, 7 feb – La Lega invoca la stretta sulla maternità surrogata, chiedendo fino a 5 anni di carcere per chi la pratica. “Chiunque, in qualsiasi forma, realizza, organizza o pubblicizza la commercializzazione di gameti o di embrioni è punito con la reclusione da tre a cinque anni e con la multa da 600.000 a un milione di euro. Chiunque, in qualsiasi forma, realizza, organizza o pubblicizza la surrogazione di maternità è punito con la reclusione da due a cinque anni e con la multa da 1,2 milioni a due milioni di euro. La surrogazione di maternità è vietata anche se commessa all’estero da cittadino italiano”. E’ quanto prevede la proposta di legge che la la Lega ha presentato alla Camera.

Maternità surrogata, cosa prevede la legge attuale

Ricordiamo che la surrogazione di maternità in Italia è già una pratica vietata, ma attualmente è punita con la reclusione da tre mesi a due anni, più una multa che va dai 600mila a un milione di euro. La Corte costituzionale, nel 2017, ha confermato il divieto specificando come la pratica di surrogazione “offenda in modo intollerabile la dignità della donna e mini nel profondo le relazioni umane”. In sostanza dunque il partito guidato da Matteo Salvini vorrebbe inasprire la pena, un’ulteriore stretta dunque, estesa anche ai cittadini italiani che commettono tale reato all’estero.

La Lega: “Ostacolare in ogni modo il traffico commerciale di bambini”

“Le conseguenze sociali, economiche e giuridiche che derivano dal ricorso alla pratica della maternità surrogata da parte di un numero sempre maggiore di coppie sono numerose e di difficile gestione, anche in Italia dove tale pratica è vietata. E’, pertanto, necessario attivarsi – si legge nella proposta di legge della Lega – in tutte le sedi opportune per riconoscere e per tutelare in maniera omogenea negli ordinamenti nazionali e a livello internazionale i diritti delle donne e dei bambini oggetto di sfruttamento e di mercificazione e per porre fine a questa moderna forma di schiavitù”.

Con questa proposta la Lega vuole “ostacolare qualunque pratica che possa configurare il traffico commerciale di bambini e, a tal fine, l’articolo 1 introduce un esplicito divieto, inserendo un nuovo comma 5-bis all’articolo 12 della citata legge n. 40 del 2019″. Inoltre, la proposta di legge aumenta le pene previste, estendendole ai casi di surrogazione di maternità, anche commessi all’estero da cittadino italiano. “L’articolo 2 – scrive ancora il partito di Salvini – modifica il comma 1 dell’articolo 9 del decreto legislativo 6 novembre 2007, n. 191, specificando che l’importazione di tessuti e cellule umane deve essere corredata della documentazione dei costi del materiale biologico importato, inclusa la dichiarazione di donazione volontaria e gratuita da parte del donatore, in conformità con quanto disposto all’articolo 12, comma 1, del medesimo decreto legislativo n. 191 del 2007”.

Alessandro Della Guglia


Fonte: https://www.ilprimatonazionale.it/politica/maternita-surrogata-lega-vuole-stretta-cinque-anni-carcere-223158/